Una nuova società

Dal nuovo assetto
ad un nuovo slancio

2004-2005

Il 17 novembre 2004 Sergio Cassingena e Nicola Baggio, accompagnati dall’Avv. Gian Luigi Polato sottoscrivono a Londra l’acquisto del Vicenza Calcio dalla finanziaria inglese dell’Enic, ratificato una settimana dopo. Il 25 novembre avviene la presentazione ufficiale della nuova società nella sede della Camera di Commercio a Vicenza, in Corso Fogazzaro. Come Direttore Generale e Amministratore Delegato viene presentato Sergio Gasparin, che ritorna a Vicenza dopo l’epoca Dalle Carbonare.
Ad aprile il Vicenza sostituisce il tecnico Maurizio Viscidi con Gianfranco Bellotto, per poi essere richiamato a distanza di tre giornate. La stagione termina con l’amara retrocessione sul campo in serie C dopo aver perso la duplice sfida playout con la Triestina. Ma l’illecito sportivo, unito ad alcuni fallimenti che coinvolsero diverse squadre del panorama calcistico, permise al Vicenza di riprogrammare una nuova stagione, nuovamente in serie cadetta, grazie alla completa regolarità e rispetto di tutti i parametri economico-finanziari. Il nuovo allenatore è Giancarlo Camolese.

 

2005-2006

Inizia una stagione difficile e profondamente scossa dalla drammaticità dell’incidente automobilistico che coinvolge il 22 dicembre 2005 l’attaccante paraguaiano Julio Gonzalez, al quale verrà amputato il braccio sinistro e solo marginalmente il difensore argentino Gerardo Ruben Grighini. La salvezza matematica arriva all’ultima giornata, con lo 0-0 al Menti con il Rimini. A fine stagione avviene la separazione consensuale tra il Vicenza Calcio e Sergio Gasparin. Nel ruolo di Direttore Sportivo si registra il ritorno di Sergio Vignoni. Intanto Paolo Cristallini, smessa la carriera di calciatore, viene nominato Direttore della Prima Squadra.

 

2006-2007

Il 30 settembre 2006, dopo la sconfitta al Menti per 1-2 contro il Frosinone e un bilancio di un solo punto nelle prime cinque giornate, viene sollevato dall’incarico l’allenatore Giancarlo Camolese, sostituito da Angelo Gregucci. A metà ottobre un’altra vicenda che sfiora il dramma: il portiere Matteo Guardalben è vittima di un grave infortunio in allenamento alla quinta vertebra cervicale a causa di uno fortuito scontro in allenamento che ne mette a rischio la carriera: rientrerà in campo solo la stagione successiva. Il 25 novembre, all’indomani della prima vittoria in campionato contro l’Arezzo, il presidente Sergio Cassingena, accusa un malore e viene ricoverato all’Ospedale San Bortolo di Vicenza. Il 7 gennaio 2007 il Dott. Danilo Preto, manager del gruppo Sisa, assume il ruolo di Amministratore Delegato. In campionato la squadra si salva all’ultima giornata allo Stadio “Ezio Scida” di Crotone grazie a un gol realizzato nei minuti finali da Gabriele Paonessa.

 

2007-2008

Il 10 settembre 2007, a seguito della remissione del mandato da parte del Dott. Nicola Baggio, il sig. Tiziano Cunico è nominato Vicepresidente. Il 22 ottobre il Direttore Sportivo Sergio Vignoni assume la carica di Direttore Generale Sportivo con delega all’intera area tecnica. Il 4 dicembre Sergio Cassingena, per motivi personali, si dimette dalla carica di Presidente.

Subentra Gian Luigi Polato, avvocato cassazionista con specializzazione in diritto commerciale e del lavoro, già legale del gruppo Pulitalia e Sisa e tra gli artefici del passaggio che riporta il Vicenza Calcio in mani vicentine, che diventa il quarantesimo numero uno della storia del Club. Nella finestra di gennaio, causa una situazione di classifica deficitaria, il Vicenza si butta sul mercato, investendo alcuni milioni di euro per portare in biancorosso giocatori del calibro di Riccardo Zampagna, Marco Fortin, Antonino Bernardini, tra gli artefici di una grande rimonta nel girone di ritorno con la salvezza che arriva alla penultima giornata. A fine stagione si ritira il grande bomber Stefan Schwoch, per lui 216 presenze e 74 goal con la maglia biancorossa, quarto marcatore assoluto di tutti i tempi, mentre Paolo Cristallini entra a far parte del CdA assumendo l’incarico di Amministratore Delegato all’Area Tecnica.

 

2008-2009          

Il 25 luglio 2008 Sergio Cassingena torna alla presidenza del club, mentre l’avv. Gian Luigi Polato rimane come Vicepresidente a fianco dell’altro Vicepresidente, sig. Tiziano Cunico e all’Amministratore Delegato Dott. Danilo Preto. La squadra di Angelo Gregucci ottiene la salvezza con 270′ di anticipo perdendo poi le ultime tre partite e finendo solo con un punto di margine dalla zona play-out. Nella penultima giornata di campionato a Parma, un tifoso del Vicenza, Eugenio Bortolon, cade dagli spalti del Tardini perdendo la vita. Il 4 giugno il tecnico Angelo Gregucci e il Club biancorosso trovano un accordo per il rinnovo del contratto anche per la successiva stagione. Ma dopo pochi giorni il tecnico fa sorprendentemente dietrofront e sottoscrive un contratto economico con l’Atalanta, nella massima serie. Il 16 giugno il sig. Rolando Maran assume la guida tecnica della squadra.

 

2009-2010

L’8 settembre 2009, vigilia della festa del patrono della città, il Vicenza salda formalmente il debito con l’Enic, versando l’ultima rata agli inglesi. La società torna finalmente dopo 5 anni in mani vicentine rispettando puntualmente l’iter programmatico. Il 30 novembre 2009 il Dott. Dario Cassingena, già Consigliere del Club, assume la carica di Direttore di Gestione, a seguito della conclusione del mandato da parte del Dott. Paolo Bedin. Il 28 marzo dopo la sconfitta di Mantova, terza di fila in una settima, viene esonerato Rolando Maran e al suo posto, per cercare una sperata scossa, arriva il decano allenatore Nedo Sonetti, a sua volta sollevato dall’incarico solo dopo tre giornate e un trend valso un 1-1 contro il Modena, una sconfitta per 4-0 in gara esterna con il Grosseto e un pareggio casalingo in rimonta contro l’Ancona. Rolando Maran viene richiamato nuovamente sulla panchina biancorossa vincendo subito nella trasferta di Frosinone con gol di Sgrigna. La squadra ritrova subito quello slancio e compattezza che consentirà di centrare il traguardo salvezza, se pur all’ultima giornata, a Salerno, vincendo per 1-0.

 

2010-2011

La stagione si apre con la riconferma del tecnico trentino e la sigla di un importante accordo di sponsorizzazione con Banca Popolare di Vicenza in qualità di Main Sponsor. Intanto Stefan Schwoch, assume l’incarico di Direttore Sportivo affiancando nell’operato il Direttore Tecnico Paolo Cristallini. Il 27 ottobre 2010 il Dott. Danilo Preto assume la carica di Presidente e Amministratore Delegato. Dopo un buon avvio i biancorossi vivono il momento più difficile del campionato con quattro sconfitte consecutive. Il momento della svolta è nel derby d’andata contro il Padova coinciso con il passaggio dal modulo 4-2-3-1 al 3-5-2, scelta tattica che consente per un lungo periodo un rendimento da squadra di vertice chiudendo il girone d’andata con il bottino record di 30 punti anche se il traguardo stagionale rimane la salvezza.
Dopo la vittoria interna sul Novara del 19 marzo 2011 i biancorossi sono, oltre qualsiasi aspettativa, alla sesta posizione in graduatoria, trascinata da Elvis Abbruscato che con 19 reti complessive eguaglia il record stagionale di centri dell’indimenticabile Stefan Schwoch. Ma quando il campionato si avvia alla sua stretta finale il gruppo guidato da Maran non riesce con rammarico a coltivare sino alla fine l’ambizione e il sogno di poter veramente concorrere per qualcosa di più grande, terminando il campionato al dodicesimo posto e sfiorando con i 54 punti complessivi il tetto massimo mai raggiunto in un torneo a 22 squadre.
Al termine della stagione le strade del tecnico e del Vicenza si dividono. Il Club ne dispone l’esonero e ratifica in un CdA il ritorno alla presidenza del Cav. Lav. Sergio Cassingena. Il 13 giugno 2011 Silvio Baldini assume la guida tecnica della squadra siglando un contratto annuale.

MAIN PARTNER

CONTATTI
lrVicenza-logo_W

Stadio Romeo Menti · Via Schio, 21 · 36100 Vicenza

L.R. VICENZA VIRTUS SPA
VIA SCHIO, 21 - 36100 – VICENZA
P.IVA : 02555940242